Per Polestar il 2020 è stato un anno di crescita e opportunità

Polestar è diventato pienamente operativo nel 2020. Tra gli eventi più importanti, ricordiamo il plauso della stampa a Polestar 2 e il lancio della strategia retail del marchio nei dieci mercati di lancio – il tutto sullo sfondo di una pandemia.

«Nonostante le difficoltà del 2020, Polestar ha preso un vero slancio quest’anno», commenta Thomas Ingenlath, CEO di Polestar. «Voglio riconoscere l’incredibile impegno del team Polestar e dei nostri partner per portare il nostro brand – vincitore quest’anno del Red Dot Design Award – ai clienti di tutto il mondo».

Polestar 1, l’auto ibrida ad alte prestazioni che ha inaugurato il marchio Polestar, ha entusiasmato i nuovi proprietari fin dalle prime consegne a inizio anno. La vettura continua a colpire l’immaginazione ed essenzialmente ad accrescere la consapevolezza del marchio come suo modello di punta.

La pandemia di COVID-19 ha richiesto l’impegno di tutta l’azienda. Abbiamo messo a punto un approccio innovativo che ha reso possibile il lancio sincronizzato di Polestar 2 in tutti i mercati, nel rispetto della normativa e dei requisiti locali. Le consegne ai clienti sono iniziate con un leggero ritardo.

La risposta è stata estremamente positiva e l’auto ha già vinto più di 30 premi nei mercati di lancio dal 2020. Tra questi, titoli ambiti come Volante d’oro in Germania e Auto dell’anno in Norvegia, Svizzera, Germania (Lusso) e Cina (Auto verde).

La line-up Polestar è cresciuta anche in seguito all’annuncio di Precept, una manifestazione delle future ambizioni Polestar in termini di design, tecnologia e sostenibilità. La sua storia ha preso ancora più slancio nella seconda metà dell’anno, al Salone di Pechino, dove è stata annunciata la produzione di Precept negli anni a venire.

A supporto dell’esperienza di acquisto digitale del marchio, l’impronta retail di Polestar si è allargata considerevolmente. Ai primi Polestar Space inaugurati nell’ottobre 2019 a Pechino e Oslo, nel 2020 ne sono seguiti altri 40 in tutto il mondo. I Polestar Spaces cambiano il volto del retail nel mondo dell’automobile offrendo ai clienti l’opportunità di interagire con Specialisti Polestar esterni e di esplorare il marchio e le vetture Polestar senza impegno in punti vendita situati in posizioni strategiche.

Polestar prende sul serio la sostenibilità e stimola discussioni nel settore automotive, spingendo a una maggiore partecipazione e trasparenza. A settembre, Polestar ha pubblicato la Valutazione del ciclo di vita (LCA) di Polestar 2. Il rapporto ha svelato l’impatto di carbonio della berlina elettrica ad alte prestazioni sull’intero ciclo di vita; e condividendo la metodologia adottata, innalza lo standard da considerare accettabile nel settore.

«Con l’avvicinarsi della fine dell’anno, le consegne di Polestar continuano, altri Space vengono inaugurati e nuove risorse si unisco al personale con la passione e l’entusiasmo necessari per portare il cambiamento in un settore molto tradizionale», conclude Thomas Ingenlath. «Nel 2021, guardiamo all’espansione della line-up Polestar 2 e all’ingresso in nuovi mercati continuando a lavorare ai nostri piani di espansione su scala mondiale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.