Renault Megane: È morto il Diesel, viva il Diesel.

Il canto del cigno della Renault Megane Sporter o, come si diceva in Francia, Break. L’abbiamo provata, prima che ci lasci per sempre.

L’auto

Megane 1.5 Grandtour Sporter Blue dci 115 cv, un 4 cilindri in linea capace di 115 cv e 260 n/m di coppia.

L’allestimento in prova risulta abbastanza essenziale ma non ci fa pensare di volere altro. Ci piace così com’è.

Va fatto notare che Renault Megane è uscita di scena a Luglio 2022, lasciando il posto alla versione “E- tech”. È necessario quindi orientarsi su modelli disponibili nei vari motori di ricerca destinati al mercato dell’usato. Non si fa comunque fatica a trovare ottime offerte.

Iniziamo parlandovi del confort di marcia campo in cui la Renault Megane si trova a suo agio, filtrando con efficacia ogni tipo di terreno. Anche ad andature autostradali l’impatto acustico risulta ridotto, regalandoci un ambiente piacevole dove trascorrere molte ore alla guida con una certa disinvoltura. Risulta solo un po’ scomodo l’appoggio a riposo della gamba destra sul tunnel centrale.

Qualche nota dolente va all’ergonomia di alcuni elementi tra cui gli attuatori dell’alzavetri che, a causa della posizione arretrata, per poter essere utilizzati, impongono un movimento innaturale: specie quelli posteriori. Anche sul fronte visibilità la Renault Megane non brilla particolarmente. I retrovisori esterni presentano un campo visivo abbastanza ridotto e richiedono spesso impegno extra rispetto al normale, specie nelle corsie di immissione autostradali. La visibilità generale nei settori posteriori arriva a stento alla piena sufficienza.

Perfettibili inoltre le tarature dei sensori di parcheggio, che ci hanno regalato un concerto di avvisi acustici (ingiustificati) ad ogni casello autostradale.

La scelta infine del satellite esterno per gestire i comandi base dell’ infotainment, impone un apprendimento mnemonico dei tasti e delle funzioni ad esse legate, vista la presenza delle razze volante che ne impediscono la visuale.

Il motore

Passiamo al motore che troviamo adeguato e a fuoco per il tipo di vettura, anche se al minimo da freddo presenta qualche vibrazione percettibile ma nulla comunque di allarmante. Il 4 cilindri in marcia è rotondo ed elastico: dà il meglio di sé tra i 1800 e i 3000 giri.

Lo start&stop funziona bene ma non fa ripartire l’auto togliendo il pedale dal freno. E’ necessario agire su sterzo o acceleratore.

Sulle ripartenze da fermo abbiamo notato inoltre qualche strattone di troppo, effetto di un pedale del gas poco sensibile all’inizio della sua corsa utile.

Il cambio a doppia frizione a 7 rapporti risulta fluido e ben sintonizzato alle esigenze del motore, anche se abbiamo riscontrato qualche scalata di troppo sotto i 2000 giri.

In città

La Renault Megane è elastica e sempre pronta (tranne da fermo, dove abbiamo notato qualche incertezza) si fa voler bene nel traffico, dove uno sterzo leggero e adeguato la fanno svicolare con una certa disinvoltura. Abbiamo riscontrato una media generale di 5.7 l/100 km (17.5 Km/litro): un dato di tutto rispetto.

In extraurbano

“Ma va ad aria”? Considerazione più che doverosa, dato che a 90 km/h costanti rileviamo senza sforzo i 3.5l/100 km (28.5 km/litro). Poco sensibile ai saliscendi, aiutata anche da una logica molto conservativa del cruise control che accelera in maniera molto morbida e progressiva.

In superstrada

Le velocità costanti a bassi giri sono il suo pane ed a 110 km/h fa segnare una percorrenza media di 4.5 l/100 km (22,2 km/litro). Se non avete quindi fretta,e decidete per queste velocità anche in tratte autostradali, Renault Megane vi restituirà ottime soddisfazioni.

In autostrada

La prova a 130 orari risulta allineata alle aspettative. La media sui 600 km di percorrenza autostradale ha fatto segnare i 5.8 l/100 km (17,2 km/litro). Se l’economia di marcia è comunque la vostra esigenza, le velocità attorno ai 115/120 km/h sono le più indicate, dato che ci permettono di mantenere agevolmente i 5l/100 km (20 km/litro) senza annoiarci troppo.

In definitiva

Se la vostra priorità sono i consumi e la resa sulle lunghe distanze, unite ad un confort ragionevole anche per 4 persone e ad un ottimo rapporto qualità/prezzo, Renault Megane è quello che fa per voi. Nonostante qualche piccola pecca, presente più che altro sul fronte ergonomia, ci sentiamo di promuoverla con ottimi voti in quanto assolve in pieno il suo ruolo di viaggiatrice disinvolta e parsimoniosa.

Affrettatevi però a trovarla, perché come già detto, non è più a listino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *