Il peso del Made In Italy nell’auto: al Master TAD in maggioranza studenti stranieri.

Come vi avevamo anticipato a novembre, è stata inaugurata, in modalità online da remoto, la XIII Edizione del Master in Transportation & Automobile Design (TAD) promosso dal Politecnico di Milano e gestito da POLI.design, che andrà a concludersi tra 15 mesi, nel corse del 2022.

Gli organizzatori sono abbastanza fiduciosi e contano di poter tornare alla frequenza in presenza, già a partire dal prossimo mese di giugno.

Questa edizione del Master è caratterizzata dalla forte partecipazione di studenti stranieri, ben 10 sui 17 totali per una percentuale del 58,9%, provenienti dai seguenti paesi: India (5), Spagna (2), Canada, Libano, Palestina (1 ciascuno). Un segnale che evidenzia sempre più, come il valore del Made in Italy nel mondo del design applicato alla mobilità sia ancora molto forte e apprezzato in ambito internazionale.

La grande valenza formativa e qualitativa del Master TAD è ampiamente riconosciuta dalla sua longevità e dall’elevato tasso di inserimento degli allievi nel mondo del lavoro. Infatti l’80% degli iscritti trova occupazione nel settore di competenza, entro diciotto mesi dalla fine del corso.

Sono sempre più numerosi gli ex-studenti del Master TAD che vanno a ricoprire ruoli di responsabilità all’interno delle varie Case automobilistiche e di altre aziende nel campo della mobilità.

In 12 edizioni, poco meno di 200 studenti provenienti da ogni parte del mondo, hanno realizzato una sessantina di progetti di tesi e altrettanti modelli in scala 1:4.

Moltissimi di questi progetti hanno ispirato prototipi sviluppati in seguito da diverse Case automobilistiche, anticipando alcuni elementi dei nuovi trend stilistici  legati alla mobilità del futuro e alla propulsione elettrica.

Il Master in Transportation & Automobile Design, che ha celebrato il suo primo decennale nel 2019, rappresenta un percorso d’eccellenza della durata di 15 mesi, che prepara progettisti in grado di sviluppare la propria creatività attraverso l’intero processo metodologico progettuale dei centri stile: dalla definizione delle linee esterne, allo sviluppo degli interni; studio e scelta di materiali e colori; modellazione fisica con il clay e digitale. Alla conclusione del percorso formativo, i corsisti divisi in gruppi, presentano i propri progetti di tesi e realizzano i relativi modelli di stile.

Il Master TAD forma veri e propri progettisti di automobili. Non solo stilisti quindi ma figure compete in grado di inserirsi operativamente all’interno della filiera, anche presso quella rete di aziende che interagisce e collabora con i Centri Stile per lo sviluppo di progetti in co-design.

Il percorso formativo si articola in 12 moduli tematici, articolati per fornire le conoscenze teoriche e pratiche fondamentali allo sviluppo di progetti nell’ambito del transportation design.

 

Il piano didattico è stato strutturato prevedendo insegnamenti in lingua italiana e inglese, al fine di permettere una maggior partecipazione di iscritti stranieri, cosa che sta avvenendo anche in un contesto mondiale di pandemia. Studenti stranieri che restano profondamente attratti dalla cultura e dalla tradizione italiana nel design, automobilistico e non solo.

Nel dettaglio, i moduli didattici sono i seguenti:

  • Car Design Studio
  • Transportation Design Workshops
  • Alias modelling for Car Design
  • Color & Trim
  • Multimedia Tools for Car Design
  • Experience Interaction Design for Vehicles
  • Vehicles Architecture
  • Ergonomics
  • Car Design Culture
  • Presentation Techniques for Car Design
  • Creative Group Empowerment
  • IP law in Automotive Design

Il Master TAD, diretto dal Prof. Fausto Brevi, è a numero chiuso per un massimo di 20 allievi: si rivolge ai possessori di lauree appartenenti alle discipline della progettualità (ingegneria, architettura, disegno industriale).

Le lezioni si svolgono presso la sede POLI.design, Campus Bovisa del Politecnico di Milano, in via Don Giovanni Verità 25.

L’impiego di strutture del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, quali il Laboratorio di Modelli e quello di Virtual Prototyping, arricchiscono l’offerta formativa garantendo la disponibilità di strutture funzionali agli obiettivi del Master.

Non è un caso che il Politecnico di Milano, figuri nella classifica QS World University Rankings del 2021, tra le prime 200 università al mondo in tutte le dieci aree di ricerca che lo caratterizzano. Un risultato straordinario che vede il polo universitario 1° in Italia, 3° in Europa e 5° nel Mondo nel settore Art & Design.

Anche nella XIII edizione, Wacom, azienda leader nella produzione di tavolette e display interattivi con penna, è partner ufficiale e fornitore di strumenti didattici per il digital modeling. Agli studenti del Master TAD viene fornita la tavoletta grafica Cintiq compresa nella quota di iscrizione. Grazie alla fluidità e alla precisione della penna grafica, la tavoletta Cintiq di Wacom consente agli allievi di esprimere al meglio le loro abilità creative. I partecipanti al Master TAD avranno infatti la possibilità di sviluppare una migliore capacità espressiva nelle fasi preliminari del progetto per arrivare a una maggior qualità del prodotto finale.

Spicca la buona rappresentanza femminile, tra gli iscritti, perché il mondo del design e della progettazione, oggi presenta un crescente coinvolgimento di figure professionali femminili altamente specializzate, soprattutto nel settore del Colour & Trim, e in ambito puramente ingegneristico.

Oggi il Master TAD non ha un solo partner automobilistico di riferimento, come in passato, ma diverse collaborazioni, nell’ottica di ampliare la possibilità di sbocchi lavorativi per gli studenti, provenienti da tutti i continenti.

Attualmente è in corso di svolgimento anche la XII edizione del Master TAD, che si concluderà il prossimo luglio 2021 con il “Graduation Day”. Il tema per i tre progetti assegnati in questa XII Edizione, è il seguente: “Moving in hybrid environments”, dove il gioco di parole è dato dall’aggettivo hybrid associato agli ambienti percorsi dai veicoli e non all’alimentazione degli stessi veicoli. In particolare, l’ibridazione avviene – declinata in vari modi da un progetto all’altro – fra terra e acqua.

Volgendo uno sguardo al passato, nell’arco dei suoi dieci anni di attività il Master in Transportation & Automobile design (TAD) del Politecnico di Milano gestito da POLI.design, ha proposto tante idee per veicoli che prefigurano nuove vie per la mobilità, legate all’uso di nuove fonti di energia, alla salvaguardia dell’ambiente, ai cambiamenti climatici e ai mutamenti sociali.

Sono questi pararmetri, che definiranno gli scenari della nuova mobilità, visto che siamo solo all’inizio di una serie di cambiamenti epocali volti alla riduzione delle emissioni. Nuove situazioni contingenti legate ai repentini cambiamenti climatici e alla necessità di dover fronteggiare diverse situazioni critiche, lasciano spazio alla creazione di veicoli che possono trasformarsi e adattarsi a molteplici usi. Basti pensare alle vetture anfibie o a mezzi in grado di alzarsi in volo.

Diversi progetti vengono concepiti per un uso in ambito sociale o medico: ad esempio per permettere la mobilità di persone con difficoltà motorie; oppure auto modulari a quattro ruote convertibili in commuter a due ruote, da usare solo in città.

Molto spesso i temi di cui sopra, vengono trattati durante i webinar TADtalks. Infatti, il Master TAD – con la Scuola di Design del Politecnico di  Milano – continua in parallelo anche la sua attività di formazione  aperta a  tutti, organizzando i webinar TADtalks. Un’iniziativa inaugurata nel 2018, che vede la presenza di personalità di spicco dell’Automotive, quali designer e importanti dirigenti di note Case automobilistiche, impegnati a condividere il proprio vissuto.

Secondo il motto “car design inspiring ideas”, ogni protagonista narra la propria esperienza nel mondo della mobilità, concentrandosi su un aspetto particolare della propria storia o professione, in modo da trasmettere parte delle proprie conoscenze agli studenti del Master TAD, ma anche ad ex-studenti e a quei professionisti del mondo dell’auto che si registrano per seguire i webinar.

Questa attività sta avendo un grande successo, con una media di oltre 250 richieste di registrazione ad ogni appuntamento. Il prossimo evento è previsto il 21 aprile alle ore 11 con Lowie Vermeersch,  Fondatore e Direttore Creativo di Granstudio a Torino, in precedenza Direttore del Design Pininfarina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.